Come viaggiare in aereo con il basso

Condividi!

COME FARE QUANDO BISOGNA PORTARE gli strumenti musicali – segnatamente il nostro basso – in aereo?

E’ ufficiale e non più a discrezione delle varie compagnie aeree: secondo il Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti, ai musicisti che si imbarcano su aerei deve essere permesso di portare lo strumento nella cappelliera, solo e se ci sia lo spazio sufficiente, e nel caso del basso questo è un caso altamente probabile.

Se questo spazio non è sufficiente, il bassista dovrà purtroppo acquistare un secondo posto sul volo in cui collocare lo strumento musicale; l’opzione più sicura ma anche più costosa.

E’ importante sapere che le compagnie aeree non hanno alcun obbligo di dare la preferenza agli strumenti musicali rispetto a qualsiasi altro bagaglio a mano, quindi, se gli spazi nella cappelliera sono pieni, sarà ancora necessario imbarcare il vostro strumento in stiva (coi rischi che ne conseguono).

Per evitare ciò, un trucco consigliato soprattutto per le compagnie lowcost (es. Ryanair), e’ che i musicisti paghino la tassa per l’imbarco prioritario sul volo in modo di garantirsi per primi gli spazi nella cappelliera per i loro strumenti. Ma attenzione alle dimensioni, le cappelliere (o overhead bin) di Ryanair possono a malapena contenere un basso di non grandi dimensioni e senza custodia rigida. Va anche detto che in qualche caso e in voli poco affollatti l’assistente di volo ha permesso al passeggero di portare la chitarra vicino a sè senza sovrapprezzi, ma sono storie fortunate.

Fate quindi le vostre valutazioni.

ryanair-portare-chitarra-basso in aereo.jpg

Qui in PDF il regolamento definitivo; per ulteriori informazioni esiste la guida della TSA (Transportation Security Administration) per viaggiare con gli strumenti musicali in aereo.

 

Articolo originale di TravelMaster (autorizzato) adattato al basso elettrico

 

Commenti o domande?
Come viaggiare in aereo con il basso
4.7 (94.29%) 7 votes